Traile del Diavolo

Prima edizione competitiva di trail running nel suggestivo quanto incontaminato territorio del comune di Parrano (TR). Percorso di 23 km / +900 mt. Apertura iscrizioni Febbraio 2019. Informazioni e prenotazioni pernottamento Città More »

Festival del Maiale

TORNA IL FESTIVAL DEL MAIALE! Giunta alla edizione n°19, domenica 17 febbraio torna nel centro storico la tradizione e l’arte sopraffina dei Maestri norcini di Montegabbione. Laboratori, spettacoli, cultura, e ovviamente degustazioni, More »

Anire Passione Follia

❤️♥️❤️ Nel giorno degli innamorati, il Cantiere Internazionale d’Arte svela gli eventi principali dell’edizione dedicata al tema AMORE PASSIONE FOLLIA. ♥️ Dal 12 al 28 luglio 2019, tra Montepulciano e la Valdichiana, More »

♦❤ Vogliamo ribadirlo nel giorno della Festa degli innamorati: l’amore è uguale per tutti! #14febbraio 👩‍❤‍👨👩‍👩‍👧‍👦👨‍❤‍👨👨‍👧‍👦👩‍❤‍👩👩‍👦A tutte e tutti, alle famiglie composite, variegate, colorate, fatte da coppie, eterosessuali o omosessuali, con o More »

Cari africani

Carissimi africani, come va? Qui è l’Europa che vi parla! Da Bruxelles, avete presente? Pensate che proprio da qui giusto un secolo e mezzo fa ci si divertiva a farvi lavorare gratis More »

 

CARNIVAL PARTY

CARNIVAL PARTY A MONTEGABBIONE

con DODI DJ, musica, buffet……..tutti in maschera!!!!!

Rossella Costa &Felix Rainone Brazilian jazz duet.

                       6FEBBRAIO ore 21
Rossella Costa &Felix Rainone Brazilian jazz duet.

Tenuta Vitalonga -Osteria di campagna-Ficulle

BEFORE-Bar Congelato Fabro Scalo (TR)

dalle ore 22:00 alle ore 1:00
Dal 6 febbraio alle 22:00 al 7 febbraio alle 1:00
Bar Congelato

VIA VITTORIO EMANUELE, 05015 Fabro

Stagione teatrale a Montegabbione

Giulio Regeni

Pubblichiamo l’articolo sui sindacati indipendenti in Egitto che Giulio Regeni, il giovane ricercatore torturato e ucciso a Il Cairo aveva inviato e sollecitato la pubblicazione, con uno pseudonimo, a il quotidiano “il manifesto”

Al-Sisi ha ottenuto il controllo del parlamento con il più alto numero di poliziotti e militari della storia del paese mentre l’Egitto è in coda a tutta le classifiche mondiali per rispetto della libertà di stampa. Eppure i sindacati indipendenti non demordono. Si è appena svolto un vibrante incontro presso il Centro Servizi per i Lavoratori e i Sindacati (Ctuws), tra i punti di riferimento del sindacalismo indipendente egiziano.

Continua su

http://www.osservatoriorepressione.info/egitto-stato-di-polizia-lultimo-reportage-di-giulio-regeni/

differenze tra FARINE BIANCHE e FARINE INTEGRALI

Alcune fra le tante differenze tra FARINE BIANCHE e FARINE INTEGRALI Stitichezza, gonfiore addominale, cistite,candida…sono alcune delle patologie molto frequenti nel mondo femminile ( soprattutto, ma non solo ), dovute ad un consumo quotidiano ed eccessivo di biscotti, dolci, pane, pizza e fette biscottate / gallette. Una analisi obiettiva del proprio stile alimentare e una correzione adeguata può portare senza dubbio alla eliminazione di tutti questi fastidiosi disturbi di salute. NOTA BENE:
i cereali integrali sono favorevoli alla salute, a patto che siano utilizzati nelle giuste quantità e inseriti all’interno di una alimentazione sana ed equilibrata nel complesso. Se assunti in quantità eccessive, o all’interno di una alimentazione ricca di carboidrati e povera di proteine e grassi, possono danneggiare la salute quanto quelli raffinati che provengono dalle farine bianche

fdifferenzatrafarine

Pubblicato da Gianpaolo Usai su Venerdì 5 febbraio 2016

Corso di storia e critica del cinema…

Venerdì 5 febbraio 2016 presso la sala teatro di Fabro Scalo

“L’amore molesto racconta una esperienza tutta interiore eppure sembra di poter toccare tutto ciò che accade”
ci vediamo stasera al corso di storia e critica del cinema…
non mancate!. (Marianna Baccini)

Mi sei piaciuta subito

  • Mi sei piaciuta subito A. Dal primo momento che ti ho vista.

I tuoi capelli neri, lunghi, ricci, che scendono ribelli a coprire la fronte. Quei capelli che tu, con un gesto tanto istintivo quanto inutile ed effimero, cerchi in qualche modo di fermare ai lati della nuca.

I tuoi occhi scurissimi, eppur straordinariamente luminosi. Grandi, talmente grandi che mi ci perdo continuamente come un moderno Teseo nel suo labirinto. Ma, a differenza sua, io non ho un Minotauro da sconfiggere o una traccia da seguire. Posso così solo smarrirmi, senza possibilità di uscita. E questo accade implacabilmente, ogni singolo giorno. Occhi bordati da sopracciglia folte, curate, nere, perfette; da sole sono in grado di conquistare l’amore di molti uomini.

Un viso allungato, regolare, con zigomi pronunciati, particolare, unico, veramente molto femminile. Una bocca sottile che incastona denti bianchissimi, piccoli. Ti conferisce un’espressione da eterna bambina che contrasta ed esalta una straordinaria ed oggettiva bellezza.

Il corpo è sottile, longilineo eppure al tempo stesso morbido. Spalle esili dall’ossatura evidente. Fianchi pronunciati. Ventre piatto. Gambe tornite, muscolose, potenti. Piedi minuti e curati, con dita piccole.

La carnagione è il fiore all’occhiello. Scura, olivastra. Tradisce una provenienza esotica non troppo lontana. Unita alla figura, ed ai colori, ti permetterebbe di mimetizzarti in molti luoghi del nord Africa con la popolazione locale. La pelle è liscia, di pesca.

Il tuo profumo naturale è diverso da quello di qualsiasi altra donna abbia mai conosciuto. Più forte, intenso, ammaliante, caratteristico, esaltante, coinvolgente, inebriante. Afrodisiaco. Devo avvicinarmi molto per sentirlo, entrando nel tuo spazio personale; quando ciò avviene è ogni volta un sussulto, un colpo al cuore, un accelerare di battiti, un’intensa sudorazione, una confusione mentale cui riesco a sottrarmi solo allontanandomi e riacquistando la giusta distanza. Se esitassi ancora un attimo rischierei di perdere la ragione, di impazzire o, peggio ancora, di pensare che tu sia un sogno raggiungibile, perdendoti così per sempre.

Ci vediamo tutti i giorni. Lavoriamo insieme. Nello stesso edificio ma, fortunatamente, in stanze diverse.
Facciamo una parte del viaggio insieme. Tutti i giorni.
In quei momenti stiamo seduti uno davanti all’altro. E parliamo.
In quei momenti sei mia. Solo mia.
Rimani un sogno impossibile, ma un sogno vicino, quasi palpabile.
Non m’illudo. So che non potrò averti mai.
So che tutto quello che posso avere si riduce ad una manciata di minuti quotidiani.
Mi accontento.
Mi accontento.
Mi accontento di vederti. Di parlarti. Di starti vicino e, assai raramente, di sentire il tuo profumo.
Sei tutto ciò che ho sempre sognato. Ti ho cercato durante tutta la vita pur sapendo che, nel momento in cui fossi riuscito a trovarti, non sarei mai stato in grado di afferrarti.

Ora che ti ho conosciuta mi chiedo se sei la mia fortuna o la mia sfortuna. La mia cura o la mia malattia. La mia forza o la mia avversione. La mia forza o la mia debolezza. La causa della mia felicità o della mia tristezza. Me lo chiedo tutte le mattine, e tutte le mattine mi do una risposta diversa

Se si potessi avverare un mio desiderio, se ne avessi solo uno a disposizione in tutta la vita, chiederei un tuo bacio. Nient’altro.

(Luca Cosentino)

La sveglia

Questo è il mio buongiorno ..

La Svegliaimage

Drin drin la sveglia suona
Ma che evoluzione
Dal canto del gallo
A melodia di una canzone
Coraggio tutti in piedi
Fuori dal piumone!
Si scende giù in cucina
Si fa’ colazione!
Di sveglie ne ho sentite
Suonare in ogni modo
Gli anni son trascorsi
Adesso ho un altro ruolo
Quello della mamma
Che sveglia il suo ragazzo
Lo gurda andare a scuola
Con assonnato passo
Da dietro ad una tenda
Lo guardo camminare
Sorrido e penso a quando
Sara’ lui a svegliare
Chissa’ con quale sveglia…
Chissa’ che suono avra’…
Il suono dell’amore
Quello non cambiera’….

Carmela Leonardi

Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente “B.Marchino” di Fabro

openday
UN TERRITORIO CHE CRESCE:

open day 6 febbraio,

vieni a conoscere le potenzialità per tutti di avere una scuola di territorio!

Les Choristes

image
Un bijou tutto francese, questo Les choristes. Nel dopoguerra, in un tetro istituto per ragazzi difficili, un educatore timido e sensibile, sconfitto dalla vita, troverà il proprio riscatto aiutando, attraverso la musica e il canto, a far riemergere dal “fondo dello stagno” la fiducia in se stessi e la speranza di un futuro migliore. Ottimi gli interpreti. Regia garbatissima e misurata, senza cedimenti zuccherosi e retorici, costante rischio del cinema di questo genere, che pure ha al suo attivo delle vere e proprie gemme, da Addio Mr. Chips fino a L’attimo fuggente. Qui non si grida al miracolo, ma mi sento di consigliarne senz’altro la visione.

Les choristes, regia di Christophe Barratier, Francia 2004. (Fonte cinematti)

Filosofia

image