Category Archives: Pets

Le malattie ortopediche nel cane

Cari amici,

oggi voglio parlarvi delle malattie ortopediche che sono una causa importante di dolore e disfunzione in cani e gatti di ogni tipo,taglia,eta’ e razza.Cure del caneUna comune ai cani di taglia media come di taglia grande e’ la displasia del gomito(CED-Canine Elbow Dysplasia)termine generico utilizzato per identificare una malattia ereditaria costituita da quattro condizioni principali che possono presentarsi da sole o in combinazione tra loro.I termini sono molto tecnici (cerchero’ di non tediarvi)si parla di non unione del processo anconeo,di osteocondrite dissecante del condilo omerale mediale,di malattia del processo coronoideo mediale,di incongruita’del gomito.Il vs amico a quattro zampe verso i 4-5 mesi d’eta’ presentera’ rotazione della zampa verso l’esterno,con il gomito tenuto vicino al corpo,che conferisce al cane un aspetto a “zampe d’anatra” e dopo il riposo o l’esercio fisico pesante comparira’ zoppia.E’ importante che portiate subito a visita il cucciolo perche’ in questi casi la diagnosi precoce e’ essenziale e il trattamento ,che prevede spesso una combinazione di terapie mediche e chirurgiche,deve essere cominciato al piu’ presto.Oggi,come in umana,si ricorre spesso alla fisioterapia una scienza che include una varieta’ di tecniche diverse che comprendono concetti biomeccanici,fisici e fisiologici per promuovere la salute e prevenire la malattie.Nelle malattie ortopediche e’ estremamente utile,perche’essa copre dagli aspetti piu’ semplici come il movimento corretto,fino al controllo del dolore e della riabilitazione.Insomma migliorare e mantenere la qualita’ di vita di un paziente e’ l’obiettivo principale della fisioterapia.Oggi per i nostri amici a quattro zampe si ricorre alla termoterapia(uso del caldo o del freddo a secondo del bisogno),alla massoterapia(uso dei massaggi),alla chinesiterapia(trattamento attuato con il movimento),l’elettrostimolazione,terapia laser ,agopuntura e idroterapia(nuoto e tapis roulant)che produce effetti benefici sia fisiologici che psicologici.In molti casi l’animale che ha paura di muoversi a causa di un trauma psicologico guadagna una sensazione di comfort con l’idroterapia e conquista la fiducia necessaria per mobilizzare l’arto infortunato.Concludendo grazie ai progressi della scienza oggi e’ possibile risolvere casi complicati per i quali prima l’unica soluzione era l’eutanasia(pratica odiosa a me e credo a tutti i colleghi costretti a volte a praticarla nostro malgrado).

BUONA SALUTE A TUTTI

Dott.ssa Gemma Consales

IL CAVALLO

Cari amici degli animali,oggi ho pensato di parlarvi di un nobile animale quale il cavallo che forse alcuni di voi avranno il piacere di possedere.62037_475674742993_5177028_n

Quale aggettivo lo definirebbe meglio di fiero?e anche sensibile,fedele,forte ma di certo non immune da malattie.Fondamentale nella buona gestione del cavallo e’ la prevenzione tenendo pulita l’area dove vive il cavallo,garantendogli regolari vaccinazioni e curare bene l’alimentazione ricordando che mentre per un cavallo a riposo basta solo fieno di ottima qualita’,se invece e’ al pascolo bisogna integrare con fieni,mangimi o granaglie se e’ in attivita’,se invece si tratta di un cavallo sportivo in allenamento dobbiamo somministrargli cereali da 1 a 3 Kg/q.le peso e almeno 5Kg.di fieno.Importantissimo e’ un esame delle feci annuo in primavera poi un trattamento contro i parassiti intestinali a febbraio,uno a marzo-aprile,un altro ad ottobre e uno invernale dopo la prima gelata;se si tratta di un cavallo che non pascola i trattamenti possono ridursi a tre.Ottobre e’ poi il mese per vaccinarli contro Tetano ed Influenza e a novembre contro la Rinopneumonite malattie molto temibili in quanto il Tetano e’ quasi sempre letale ed e’ causata da un batterio Clostridium tetani che con le sue spore entra nel corpo dell’animale attraverso lesioni;l’Influenza e’ molto debilitante e molto contagiosa nel caso di piu’ cavalli;la Rinopneumonite puo’ causare aborto ed e’ molto contagiosa.Altro frequente problema di questo splendido animale e’ la colica,cioe’un insieme di sintomi causata da problemi digestivi e localizzata in cavita’ addominale.Segni di colica sono:digiuno,scalciamento e rotolamento,calci all’addome che il cavallo si guarda di continuo,depressione e aumento della frequenza respiratoria e cardiaca(> 60bpm).Esistono tre tipi di colica:la gassosa,cioe’ a causa di eccessiva ingestione di cereali ed erba fresca si forma troppo gas nell’intestino/stomaco;la costipazione,cioe’un blocco intestinale dovuta a bassa qualita’ dell’alimento o corpi estranei nel fieno,problemi di masticazione,assunzioni abbondanti d’erba o anche dovuta ad assenza di trattamento antiparassitario;la colica spasmodica dovuta a grosse assunzioni d’acqua fredda,troppo cibo o stress,l’ultima colica e’ dovuta ad incidenti intestinali quali il volvolo o l’ernia.Antispastici,oli minerali e reidratazione sono le cure che il veterinario pratichera’ma mi preme ricordare che spesso alla colica e’ associata la Laminite un disturbo che colpisce una parte dello zoccolo in genere dovuta ad un eccesso di zuccheri facilmente digeribili.Bene chiunque di voi ha la possibilita’ e lo spazio per tenere un cavallo lo faccia al piu’ presto cosi’ amera’ e conoscera’ uno degli amici dell’uomo tra i piu’ antichi e affettuoso.

Dott.ssa Gemma Consales

IL GATTO

Carissimi amici degli animali,

oggi volevo scrivere di un altro affascinante animale:

IL GATTO ,gattopersiano

     si ho usato questo aggettivo perche’i felini pur discostandosi molto dal      comportamento comune ai cani,hanno un   modo tutto loro di conquistarsi l’amore di noi   umani.

Fieri,indipendenti,sornioni,bellissimi con il loro passo felpato e la voglia di comunicarci calore con quel suono particolare quando ci fanno le fusa,riempiono le nostre case e le giornate tanto quanto i cani.Come vi avevo raccomandato per i cani,anche per i gatti vale lo stesso:appena adottato, il gattino deve essere condotto a visita veterinaria al fine di assicurarsi che non abbia parassiti intestinali che possono passare dalle sue feci ai palmi delle nostre mani, o durante la quotidiana pulizia della lettiera ,o semplicemente per una leccatina che il micino ci dispensera’ affettuosamente;si procedera’ poi con i vaccini al fine di salvaguardare la salute dell’animale e la nostra.Per quanto riguarda il microchip non e’ ancora obbligatorio,a differenza dei cani,ma presto lo diventera’ in quanto e’ nata da poco l’anagrafe felina e quindi il mio consiglio e’ di cominciare gia’ .Tra le malattie trasmissibili all’uomo dal gatto c’e’ la Toxoplasmosi che ,sicuramente ,le signore che hanno avuto un bambino o sono in dolce attesa conosceranno bene, in quanto il ginecologo prescrive sempre le analisi per scongiurare questo pericolo nel primo trimestre della gravidanza.Si tratta di una zoonosi causata da Toxoplasma gondii il ciclo biologico del quale prevede una fase riproduttiva nell’intestino tenue del gatto con conseguente emissione di oocisti(uova) non sporulate nelle feci che, nel giro di quattro giorni ,diventano sporulate e saranno in grado di sopravvivere per oltre un anno in un ambiente umido.La donna incinta ,che convive con un gatto ,deve sottoporsi ad un prelievo di sangue per accertarsi che abbia anticorpi antitoxoplasmici perche’ se ha un tasso anticorpale debole e stabile,essa contrae l’infezione dopo molto tempo,e ne’ lei ne’il feto corrono alcun rischio.Nel caso in cui invece e’ proprio sprovvista di anticorpi basta che non si occupi della pulizia della lettiera del gatto e neanche di terra e piante che possono essere state contaminate dagli escrementi del gatto;ultima raccomandazione evitare sempre di somministrare carne cruda o latte non pastorizzato.A tal proposito vi ricordo che la migliore alimentazione per i nostri amici a quattro zampe consiste in alimenti specifici per loro (i noti croccantini )che garantiscono sempre uno stato di salute ottimale,assenza di odori sgradevoli del pelo e delle feci e,non da ultimo,una pulizia dei denti per evitare il depositarsi di tartaro.

Dott.ssa Gemma Consales

L’occhio di cani e gatti

occhio-un-gatto-neroj

Cari amici degli animali ,

oggi volevo parlarvi dell’occhio di cani e gatti e dei disturbi che i vostri animali possono accusare quando qualcosa in quest’organo non funziona come dovrebbe.Bisogna premettere che la posizione frontale dell’orbita nei carnivori e’ fondamentale,infatti il cane e il gatto possiedono una buona visione binoculare ed “acutezza visiva”a scapito pero’ di una riduzione del campo visivo(maggiore negli erbivori)e che nelle razze canine brachicefale(es. il boxer)l’orbita e’ poco profonda e cio’ causa una predisposizione alla”prominenza dell’occhio”:l’esoftalmo.Nel gatto,data la maggiore ristrettezza della cavita’ orbitaria,la protrusione del globo oculare all’esterno della cavita’ orbitaria(esoftalmo)compare piu’ precocemente.Le cause di cio’ sono svariate(corpi estranei penetranti,fratture orbitarie,ematomi retro bulbari,cause neoplastiche,ecc.).

Il Veterinario Consiglia

cane_abbandono1 Cari amici degli animali

sono Gemma Consales Medico Veterinario,

Dir.Sanitario di una Clinica Veterinaria sita in Sessa Aurunca e Specializzata in Ispezione degli alimenti di origine animale.

.piccoliamici Il Gatto121200A

Link utili x segnalare e denunciare: maltrattamenti sugli animalii

canepoliziotto

Il maltrattamento degli animali è reato segnalalo, è nostro dovere tutelare tutti gli animali e denunciare chi compie torture e maltrattatamenti di qualsiasi genere.

Le segnalazioni di gruppi o video dove torturano gli animali o altro,non serve a niente segnalarli a facebook, fate denuncia nei link sotto:

Vai alla barra degli strumenti