Altorvietano.it

Fabro

equidistante da Roma e da Firenze (circa 140 km) da Orvieto 28 Km e da Perugia circa 40 Km dal lago di Bolsena e dal Trasimeno (circa 50 km)).

fabro

Storia


L'antico castello, (del quale si parla nel Codice Diplomatico della citta' di Orvieto,del 1259 con la denominazione di 'Castrum Fabri'), rappresenta l'elemento caratterizzante dei paese, pur avendo subito nell'arco dei secoli molte trasformazioni architettoniche. Il paese conserva alcuni tratti delle mura medievali e una chiesa parrocchiale del XIX secolo progettata da Giovanni Caproni. Il palazzo comunale, ideato da Guglielmo Calderini e vanto del paese, ando' invece quasi completamente distrutto nel corso della II guerra mondiale. Su un colle vicino si trova la frazione di Carnaiola (350m.), interessante per la presenza di un antico castello medioevale, intorno al quale si e' sviluppato l' antico borgo. La sua funzione difensiva e' tuttora testimoniata da antiche mura di cinta su cui sono visibili le "feritoie" aperture che venivano usate a difesa del castello. Di particolare interesse anche la chiesa dei S.Severo e S.Salvatore del XVI sec. 
Fabro Scalo e' una frazione del comune , nasce intorno agli anni '30, in prossimita' dello scalo ferroviario della linea Roma-Firenze, per poi espandersi notevolmente nel dopoguerra in seguito all'inaugurazione del tratto autostradale A1, con relativo casello. .

.

stemma di Fabro

Orografia

Il paese e' situato su un'altura che domina I'Autostrada del Sole tra Roma e Firenze. Il Comune di Fabro rappresenta l'unione dei due Comuni di Fabro e Carnaiola avvenuta nel 1870 circa.

Ne consegue che sul suo territorio vi sono due centri storici, dai quali si sono poi sviluppate le due realta' urbane piu' moderne di Fabro Scalo e Colonnetta.

Sviluppandosi recentemente prevalentemente a valle, a circa 5 Km, in prossimita' del casello autostradale, dove e' sorta una grande zona industriale-artigianale con attivita' anche di tipo fieristico-espositivo (Borgo Sole).

Piu' in la' a 2 chilometri troviamo la stazione ferroviaria , circondata da una vasta area abitativa e commerciale (Fabro Scalo).

Nel centro storico troveremo la bella chiesa parrocchiale, consacrata a S. Martino (XIX sec.) . Pregevole il bassorilievo ligneo dei 1930 scolpito in Valgardena e raffigurante S. Martino Vescovo di Tours. Il Palazzo Comunale ottocentesco, e' attribuito all'architetto Perugino Guglielmo Calderini.

 Nella frazione di Carnaiola (350m.), interessante la presenza di un antico castello medioevale, intorno al quale si e' sviluppato l' antico borgo.La sua funzione difensiva e' tuttora testimoniata da antiche mura di cinta su cui sono visibili le "feritoie" aperture che venivano usate a difesa del castello. Di particolare interesse anche la chiesa dei S.Severo e S.Salvatore del XVI sec.